11182017Sab
Last updateSab, 11 Nov 2017 12pm

Notizie

5° ed ultimo appuntamento d'Opera

alt

Nell'ultimo appuntamento "I Capuleti e i Montecchi" e "L'Italiana in Algeri

I CAPULETI E I MONTECCHI

I Capuleti e i Montecchi di Vincenzo Bellini.La Prima rappresentazione 11 marzo 1830 al Teatro La Fenice di Venezia.I Personaggi principali e ruoli sonoRomeo Montecchi (mezzosoprano), Giulietta Capuleti (soprano), Tebaldo (tenore), Lorenzo, medico della famiglia Capuleti (basso), Capelio Capuleti, padre di Giulietta (basso). Composta in 2 atti la trama è la seguente: dedicata alla celebre coppia di innamorati di Verona, la storia è basata sull’ampia tradizione letteraria (novella di Matteo Bandello del 1554 e tragedia Romeo e Giulietta di William Shakespeare). L'azione si svolge a Verona dove da anni due grandi famiglie, i Montecchi e i Capuleti, sono consegnati ad un odio inestinguibile (di cui si ignorano peraltro le cause). Due ragazzi di queste famiglie, Romeo e Giulietta sono segretamente innamorati...

Il Civico Corpo Musicale eseguirà l'Aria di Giulietta

 

L'ITALIANA IN ALGERI - Bellini

 

Atto Primo.

Piccola sala nel palazzo del Bey di Algeri Mustafa'.

Elvira, moglie del Bey, si lamenta con la sua confidente Zulma di aver perduto l'amore del suo sposo: ma si rassegnino le donne al loro triste destino di sofferenza, consigliano gli eunuchi del serraglio. Ed ecco sopraggiungere Mustafa' che con tono autoritario e arrogante tronca sul nascere ogni tentativo di Elvira di rientrare nelle sue grazie ("Serenate il mesto ciglio"). Rimasto solo con Haly, il capitano dei corsari, Mustafa' si dichiara ormai stanco della moglie: Elvira sia dunque data in sposa al giovane schiavo italiano Lindoro e per lui invece i corsari catturino una nuova moglie italiana dal temperamento piu' vivace. Lindora intanto, ormai da tre mesi ad Algeri, afflitto dalla lontanaza della sua bella, attende ardentemente il giorno del ritorno in patria ("Languir per una bella") ma ora che Mustafa' ha deciso di fargli prendere moglie Lindoro si sente in trappola e cerca di sottrarsi alla bizzarra proposta. ("Se inclinassi a prender moglie").
Un vascello, gettato su uno scoglio da una burrasca, viene raggiunto dai corsari che portano poi a terra bottino e prigionieri("Quanta roba, quanti schiavi"). Con essi sbarca isabella, che si era messa in viaggio per rintracciare Lindoro, il suo fidanzato: Circondata dai corsari Isabella, dopo l'iniziale sgomento, si rende conto che occorre farsi coraggio e giocare d'astuzia, sfoderando il meglio delle arti femminili("Cruda sorte, amor tiranno").
Con Isabella e' catturato anche Taddeo, suo compagno di viaggio nonche' suo irriducibile spasimante che ora pero', data la nuova situazione, viene fatto da lei passare per suo zio. Appreso che si tratta di italiani, Haly esulta e predice a Isabella che sara' la prescelta del serraglio di Mustafa'. Cio' basta a scatenare la gelosia di Taddeo, cui fa subito eco la reazione di Isabella irritata per uno spasimante cosi' invadente. Ma i due non possono non rimanere uniti: dato il pericolo che incombe su di loro l'uno potra' aver bisogno dell'altro. ("ai capricci della sorte")
Il Bey riesce finalmente a convincere l'ostinato Lindoro a condurre via con se Elvira offrendogli in cambio la liberta' e il tanto sospirato permesso di ritornare in Italia. Subito dopo giunge Haly che comunica al Bey l'arrivo della nuova prigioniera italiana. Mustafa', liquidate prontamente Elvira e Zulma, gia' sente infiammarsi per l'Italiana e si allontana con il suo seguito per accoglierla degnamente ("Gia' d'insolito ardore"). Lindoro annuncia ad Elvira e Zulma che il vascello che li portera' in Italia e' ormai pronto a salpare ma Elvira vuole ancora una volta rivedere Mustrafa'.
Sala magnifica nel palazzo di Mustafa'. Comincia quindi la grande scena del Finale I : non appena gli viene presentata Isabella, subito il Bey rimane affascinato dalla sua bellezza e soprattutto dalla rete di lusinghe in cui la giovane l'ha gia' scaltramente imprigionato. Giungono a questo punto Lindoro, Elvira e Zulma che vogliono congedarsi dal Bey prima di partire per l'Italia. Alla vista di Lindoro, Isabella rimane per pochi istanti confusa ma subito riavutasi dalla sorpresa riesce a ribaltare la situazione: tra lo stupore generale intima a Mustafa' di non lasciar partire e di non abbandonare lamoglie, e chiede per se', come schiavo personale, Lindoro.

 

Atto secondo:

Elvira, Zulma, Haly e gli eunuchi del serraglio ironizzano sul cambiamento improvviso del Bey, cosi' abilmente raggirato dall'Italiana ("Uno stupido, uno stolto") Giunge quindi il Bey, bromoso di incontrarsi a quattr'occhi con Isabella, invia Elvira e Zulma ad annunciarle che fra mezzora sara' da lei a prendere il caffe'. Intanto Isabella Incontra Lindoro e dissipati i dubbi sulla presunta infedelta' di lui, decide di escogitare un piano per fuggire insieme da Algeri. Lindoro, finalmente ricongiunto all'amata, esulta di gioia (Oh, come il cor id giubilo"). Anche Mustrafa' sta affilando le sue armi: pur di ingraziarzi Isabella, decide di nominare il presunto zio Taddeo "grande Kaimakan", cioe' protettore dei mussulmani. Abbigliato alla turca con sciabola e turbante, sempre di piu' Taddeo avverte il ridicolo della sua posizione ma, temendo il peggio, si rassegna ai voleri del Bey. ("Viva il grande Kaimakan"," Ho un gran peso sulla testa").
Mentre Isabella dinanzi a uno specchio sta vestendosi alla turca, sopraggiunge Elvira portandole l'ambasciata amorosa del Bey. Indignata per un comportamento cosi' sottomesso, Isabella invita Elvira ad essere piu' decisa nei confronti di Mustafa' e a seguire il suo esempio: per ora Elvira si ritiri nella stanza accanto; poi, al momento opportuno, Isabella le fara' vedere come vanno trattati gli uomini. Sapendo che il bey sta per arrivare, Isabella indugia ancora davanti allo specchio e finge di farsi bella per lui ("Per lui che adoro") quindi si allontana. Mustafa', rimasto indietro a spiarla con Taddeo e Lindoro, cade in pieno nella trappola: acceso d'amore per una simile visione e' impaziente di incontrarsi con lei. Ordina a Taddeo di assecondarlo e di ritirarsi poi al momento giusto, quando Mustafa' si mettera' a starnutire. Ritornata Isabella, la situazione si fa incandescente: Mustafa' gia' pregusta il frutto della sua conquista e con ripetuti starnuti invita lo "zio" a togliersi dai piedi. Taddeo, fremente di gelosia si ostina invece a rimanere, Isabella e Lindoro si divertono alle loro spalle finche', con un colpo a sorpresa, Isabella invita Elvira a prendere il caffe' suscitando cosi' le ire di Mustafa'. Questi si sente giocato dall'italiana proprio ora che stava per concretizzare il suo progetto amoroso ("Ti presento di mia man").
Haly gode del fatto che Mustafa', con tutta la sua boria, sta perdendo la testa per Isabella: non la si fa alle donne italiane, son troppo esperte nell'arte di farsi amare ("Le femmine d'Italia"). Ma la gelosia di Taddeo e la collera di Mustafa' potrebbero compromettere la situazione. Lindoro rivela allora a Taddeo il piano di fuga escogitato da Isabella e Taddeo, nella sua vanita', e' convinto che lei faccia tuto cio' per amor suo. Sopraggiunge Mustafa', e' contrariato per le civetterie di Isabella ma Lindoro prontamente l'assicura che la bella italiana spasima d'amore per lui e che vuole insignirlo con gran pompa solenne del titolo di "Pappataci" . La burla va a segno: al Bey, desideroso di conoscere il significato di tale onorificenza Lindoro, ormai con la complicita' di Taddeo, risponde che il titolo spetta a chi, fra gli amori e le bellezze, sappia solo dormire, mangiare, bere e godersi la bella vita ("Pappataci, che mai sento").
Si prepara quindi la finta cerimonia cui parteciperanno anche gli schiavi italiani vesititi da pappataci. A costoro e a Lindoro Isabella cerca di infondere coraggio ricordando che e' ormai vicino il momento del loro ritorno in patria ("Pronti abbiamo e ferri e mani", "Pensa alla patria"). Con la burlesca investitura comincia il finale II: Mustafa', vestito con gli abiti di pappataci, ripete le formule di giuramente che gli legge Taddeo: si impegna cosi' a mangiare e a bere senza curarsi di quel che vedra' o sentira'. Per metterlo alla prova Isabella e Lindoro si scambiano frasi amorose; Mustafa' dapprima protesta ma poi, da vero Pappataci, fa finta di niente e continua a mangiare. E neanche reagisce quando un vascello si avvicina alla loggia del palazzo e imbarca Isabella e Lindoro insieme a tutti gli schiavo italiani. Naturlamente anche Taddeo, pur vedendosi tradito, si affretta a seguirli. E al Bey, riportato alla cruda realta' da Elvira, Zulma, Haly e dai suoi Eunuchi (fatti ubriacara da Isabella e resi inoffensivi) , non rimane altra scelta che dimenticare le donne italiane e invocare il perdono della docile moglie.
Il Civico Corpo Musicale eseguirà l'overture
  • Ultime notizie

  • Le notizie più lette

Prossimi eventi

01 Ott - 2017
Festa Repubblica dell'Ossola Ore 10.00 -  Corteo per le vie della città... Leggi tutto »
25 Nov - 2017
Concerto S. Cecilia Ore 21.00  Presso il Teatro S.Francesco l'annuale concerto... Leggi tutto »
26 Nov - 2017
Festeggiamenti S. Cecilia -  Sfilata per le vie della città... Leggi tutto »